LEGENDA

Ogni pallino colorato indica il supporto sul quale possono essere utilizzati i prodotti presenti in questa pagina

 PIETRA NATURALE  MARMI  LATERIZIO  MALTA D’INTONACO

CONSOLIDAMENTO E
PRECONSOLIDAMENTO

SILICATO DI ETILE
PHASE

CONSOLIDANTE NON FILMOGENO
   

L’efficacia del SILICATO DI ETILE PHASE come consolidante è stata verificata da numerosi studi anche a livello internazionale.
La sua  composizione chimica lo rende un materiale ideale quando è necessario migliorare le prestazioni fisico meccaniche del materiale lapideo deteriorato in quanto garantisce un’alta penetrazione (specie nelle pietre arenarie) all’interno della struttura del materiale stesso.
Può essere applicato su tutti i tipi di materiale lapideo, sia artificiale che naturale, in quanto il prodotto non altera l’aspetto superficiale.
L’applicazione può avvenire a pannello o tramite nebulizzatore a bassa pressione (per superfici ampie) fino a rifiuto e su superfici esenti da polveri, oli, cere, etc..; il supporto inoltre deve contenere una bassa percentuale di umidità in quanto la presenza di acqua impedirebbe una profonda penetrazione del prodotto stesso.
Affinché il prodotto possa penetrare all’interno della materia in modo più profondo e capillare è consigliata, vista la specifica composizione del SILICATO DI ETILE PHASE, l’applicazione con temperature miti (evitare superfici calde, irraggiate dal sole o periodi dell’anno particolarmente caldi).
Completata l’applicazione si consiglia di proteggere le superfici attraverso l’applicazione di specifici prodotti per la protezione come la linea di prodotti HYDROPHASE.

MICROEMULISIONE ACRILICA CV40
CONSOLIDANTE AD ALTA PENETRAZIONE
   

Micro emulsione acrilica in acqua che, grazie alle ridotta dimensione delle sue particelle, è particolarmente indicata per il trattamento antisfarinante di intonaci, pietre naturali, tufi e mattoni.
Il prodotto, se utilizzato concentrato, può essere utilizzato per modificare il tono (effetto bagnato) del cotto e dei materiali lapidei senza la formazione di pellicole superficiali.

ESEMPIO DI TRATTAMENTO

Phase Italia - Restauro Lapideo - Consolidamento e Preconsolidamento - Vista muratura storica

Le analisi sullo stato di conservazione delle murature storiche possono spesso evidenziare un decadimento delle caratteristiche fisico/meccaniche dei materiali lapidei che la compongono.
Siano essi laterizi, pietra naturale o malta, risulta fondamentale individuare un intervento che possa rallentare, fermare o in alcuni casi, invertire questo processo di degrado.
Il SILICATO DI ETILE PHASE è un consolidante pronto all’uso che, grazie alla sua particolare composizione chimica, si combina perfettamente con le molecole di silicio presenti all’interno dei materiali lapidei in generale.
Il prodotto garantisce un’ottima penetrazione all’interno della struttura del materiale lapideo e non ne altera l’aspetto.

La tabella prende in esame una selezione di alterazioni e degradi relativi ai materiali lapidei secondo la definizione delle “Raccomandazioni NorMal – 1/88. Alteriazioni macroscopiche dei materiali lapidei: lessico” (CNR-ICR, 1990, Roma) e li mette in relazione alle modalità di intervento su tali patologie. Le singole patologie sono a loro volta raggruppate secondo il diverso grado di alterazione e degrado.
All’interno delle 5 categorie di intervento (disinfezione, iniezioni consolidanti, sistemi di pulitura, consolidamento e preconsolidamento, protezione), è riportata una selezione dei prodotti PHASE specifica per ogni categoria di intervento.
Prima di ogni intervento di restauro è consigliato un attento esame delle patologie di alterazione e degrado che interessano il manufatto e quindi della relativa scelta dei prodotti. Il nostro settore tecnico interno è sempre disponibile per fornirvi informazioni e per individuare i prodotti più consoni alle vostre esigenze.