LEGENDA

Ogni pallino colorato indica il supporto sul quale possono essere utilizzati i prodotti presenti in questa pagina

 PIETRA NATURALE  MARMI  LATERIZIO  MALTA D’INTONACO

SISTEMI DI
PULITURA

AMMONIO CARBONATO PHASE
DETERGENTE
   

Le particelle inquinanti, nella maggior parte dei casi contenute nell’aria stessa che respiriamo, rappresentano una delle principali fonti di degrado.
L’AMMONIO CARBONATO PHASE, fornito sotto forma di massa cristallina, è uno dei solventi di più largo utilizzo nel campo del restauro per la rimozione di tali depositi.
Il prodotto, disciolto in acqua (10-20%), può essere applicato a pennello o a spruzzo; quando è necessario trattare ampie superfici e dove il deposito non è particolarmente tenace, diversamente, è possibile applicarlo attraverso l’ausilio di supportanti.
Questi possono essere: carta giapponese (per superfici di particolare pregio artistico); Cocoon, Polpa di carta o Sepiolite (quando è necessario agevolare e controllare la persistenza del principio attivo del prodotto sulla superficie).
L’applicazione con l’utilizzo di supportanti avviene attraverso la realizzazione di un impasto di media consistenza di supportante e AMMONIO CARBONATO disciolto in acqua e la successiva applicazione a spatola o a mano sulle superfici da trattare. Su superfici di particolare pregio o più semplicemente per agevolare la rimozione dell’impacco è consigliato frapporre tra la superficie e l’impacco stesso un foglio di carta giapponese inumidito.
L’utilizzo dell’AMMONIO CARBONATO PHASE associato al Cocoon, alla Sepiolite o alla Polpa di carta, permette al solvente di non evaporare velocemente, di prolungare la sua azione pulente ed evita che il prodotto vada troppo in profondità (controllo del sistema di pulitura).

ESEMPIO DI TRATTAMENTO

L’AMMONIO CARBONATO PHASE è il solvente che trova maggiore utilizzo per le opere di pulitura delle superfici in materiale lapideo.
Infatti le caratteristiche chimiche del prodotto garantiscono un eccellente controllo sul grado di pulitura del supporto combinato alla semplicità di applicazione e alla velocità con cui il solvente agisce.

AMMONIO CITRATO
SALE CHELANTE
 

L’AMMONIO CITRATO PHASE è un sale inodore di colore bianco ottenuto dall’acido citrico.
È solitamente applicato in concentrazioni molto basse (2% ca. in acqua) in quanto si tratta di un prodotto molto aggressivo per la pulitura di superfici lapidee. Trova maggiore impiego per la rimozione di macchie di ruggine e più in generale è molto efficace nella rimozione di macchie caratterizzate dalla presenza di ioni metallici. Viene fornito da PHASE nella sia nella sua forma di composto salino che nella diluizione richiesta secondo le necessità. L’applicazione avviene a pennello o con spugne imbevute del prodotto. Una volta applicato dopo pochi minuti è necessario effettuare il risciacquo della superficie (tempi d’azione variabili in base alla diluizione e al supporto).
L’utilizzo su materiali lapidei dove è presente carbonato di calcio (marmi ed intonaci) deve essere effettuato tramite una accurata fase preliminare di test sul supporto da personale specializzato (verifica della concentrazione del prodotto). Infatti le proprietà “sequestranti” dell’AMMONIO CITRATO determinerebbero danni irreversibili al supporto come la perdita di brillantezza o la corrosione del supporto stesso.

L’AMMONIO CITRATO PHASE è un potente solvente utilizzato per le opere di pulitura di superfici in pietra naturale o laterizio.
Utilizzato diluito in acqua a basse concentrazioni è impiegato per la rimozione di macchie di ruggine dalle superfici lapidee.
È sempre consigliato un test preliminare per valutare la concentrazione ed i tempi di applicazione del prodotto.

SAPONE DI MARSIGLIA
DETERGENTE
   

Le particelle inquinanti, nella maggior parte dei casi contenute nell’aria stessa che respiriamo, rappresentano una delle principali fonti di degrado.
Il sapone di Marsiglia è un prodotto totalmente naturale ottenuto da oli vegetali. Questa sua caratteristica lo rende un prodotto molto versatile nel campo della pulitura delle superfici lapidee e può essere applicato senza nessuna controindicazione in qualsiasi ambiente interno o esterno.
Il SAPONE DI MARSIGLIA è utilizzato come detergente naturale per la pulitura di depositi superficiali scarsamente adesi al supporto. È applicato disciolto in acqua come un normale sapone.

Per realizzare interventi di pulitura in spazi ed ambienti frequentati da numerose persone è necessario applicare prodotti non inquinanti per l’ambiente e che in particolare non siano nocivi per le persone.
Il SAPONE DI MARSIGLIA commercializzato da PHASE, è utilizzato come solvente su tutte le superfici in materiale lapideo ed è un eccellente detergente per la rimozione di materiale estraneo non particolarmente tenace.

COCOON
SUPPORTANTE A BASE FOSSILE
   

La presenza di efflorescenze saline sulla superficie delle murature è una delle principali cause di degrado dei materiali lapidei. Il processo di degrado è spesso determinato da rapide variazioni della percentuale di umidità presente nelle murature. Queste continue variazioni permettono all’acqua di trasportare (fase umida) e quindi rilasciare (fase secca) all’interno del materiale lapideo enormi quantità di sali come cloruri, solfati e nitrati. Oltre al poco gradevole deposito biancastro che ci appare sulla superficie del materiale, la presenza e l’accumulo di sali all’interno del materiale può determinare rigonfiamenti e successivamente distacchi di materiale. In questo caso Il primo intervento da eseguire è quello di rimuove la causa del degrado. Successivamente è necessario estrarre i sali depositati all’interno delle murature.  Una semplice pulitura superficiale infatti eliminerebbe solo una parte dei sali (quelli visibili); per eliminare in modo più profondo tale deposito è necessario estrarli dalla struttura interna del materiale.
COCOON è un prodotto specifico per l’estrazione di sali solubili da murature soggette a questo tipo di degrado.
È un prodotto composto da fibre di cellulosa e da terre silicee assorbenti di farina fossile diatomacea.
È applicato sul supporto esente da polveri o materiale disgregato, evitando l’utilizzo di idrogetto per la pulitura della superficie in quanto determinerebbe uno spostamento dei sali in profondità. È applicato a spatola come un tradizionale intonaco per uno spessore di ca. 1 cm. In base alle condizioni climatiche avremo un diverso grado di asciugatura che va dai 2-3 giorni in estate e fino a 15-20 giorni in inverno.
Una lenta asciugatura della pasta è da preferirsi in quanto aumenta il potere estrattore del prodotto: nella stagione estiva infatti è consigliato coprire l’impacco con teli di nylon.
Una volta asciutta, la pasta COCOON satura dei sali estratti può essere rimossa manualmente. Eventuali residui possono essere rimossi con un semplice lavaggio con acqua o una leggera spazzolatura.

Esempio di paramento murario in laterizio soggetto ad efflorescenza salina.
Effettuate le opere necessarie ad impedire la causa dell’efflorescenza si può procedere alla rimozione dei sali (non solo superficiali ma anche interni alla struttura del materiale) attraverso l’applicazione di un impacco di COCOON.
La specifica composizione di COCOON permette una completa estrazione dei sali.

ESEMPIO DI TRATTAMENTO

L’AMMONIO CARBONATO PHASE è il solvente che trova maggiore utilizzo per le opere di pulitura delle superfici in materiale lapideo.
Infatti le caratteristiche chimiche del prodotto garantiscono un eccellente controllo sul grado di pulitura del supporto combinato alla semplicità di applicazione e alla velocità con cui il solvente agisce.

L’AMMONIO CITRATO PHASE è un potente solvente utilizzato per le opere di pulitura di superfici in pietra naturale o laterizio.
Utilizzato diluito in acqua a basse concentrazioni è impiegato per la rimozione di macchie di ruggine dalle superfici lapidee.
È sempre consigliato un test preliminare per valutare la concentrazione ed i tempi di applicazione del prodotto.

Per realizzare interventi di pulitura in spazi ed ambienti frequentati da numerose persone è necessario applicare prodotti non inquinanti per l’ambiente e che in particolare non siano nocivi per le persone.
Il SAPONE DI MARSIGLIA commercializzato da PHASE, è utilizzato come solvente su tutte le superfici in materiale lapideo ed è un eccellente detergente per la rimozione di materiale estraneo non particolarmente tenace.

Esempio di paramento murario in laterizio soggetto ad efflorescenza salina.
Effettuate le opere necessarie ad impedire la causa dell’efflorescenza si può procedere alla rimozione dei sali (non solo superficiali ma anche interni alla struttura del materiale) attraverso l’applicazione di un impacco di COCOON.
La specifica composizione di COCOON permette una completa estrazione dei sali.

La tabella prende in esame una selezione di alterazioni e degradi relativi ai materiali lapidei secondo la definizione delle “Raccomandazioni NorMal – 1/88. Alteriazioni macroscopiche dei materiali lapidei: lessico” (CNR-ICR, 1990, Roma) e li mette in relazione alle modalità di intervento su tali patologie. Le singole patologie sono a loro volta raggruppate secondo il diverso grado di alterazione e degrado.
All’interno delle 5 categorie di intervento (disinfezione, iniezioni consolidanti, sistemi di pulitura, consolidamento e preconsolidamento, protezione), è riportata una selezione dei prodotti PHASE specifica per ogni categoria di intervento.
Prima di ogni intervento di restauro è consigliato un attento esame delle patologie di alterazione e degrado che interessano il manufatto e quindi della relativa scelta dei prodotti. Il nostro settore tecnico interno è sempre disponibile per fornirvi informazioni e per individuare i prodotti più consoni alle vostre esigenze.